Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

I Longobardi a tavola

Macellaio – miniatura dal “De Universo” di Rabano Mauro  Montecassino, X-XI sec. Dall’intervento di Chiara Comegna “L’alimentazione nell’Alto Medioevo“, Degustarte Salerno, del 10/10/2015  e riportato in Il palazzo di Sichelgaita Gettare un colpo d’occhio su quello che mangiavano i Longobardi non è un’impresa facile, specialmente nel Sud Italia: questo perché, rispetto al periodo romano e a quello del Basso Medioevo, le fonti sono poche. Abbiamo due modi per scoprire cosa ci fosse sulle tavole dei nostri antenati dell’area salernitana: i documenti scritti e i reperti archeologici. I documenti d’archivio permettono uno sguardo “dall’alto”, dato che si tratta spesso di trattati di gestione territoriale e di amministrazione delle terre dei grandi signori o del clero; i reperti archeologici ci consentono un contatto più diretto anche con la cosiddetta “gente comune”, ma hanno il difetto di essere molto più rari, almeno per l’Alto Medioevo; esiste però un’altra via che c

Ultimi post

Buon 1319 a tutti

La pasta ripiena

Buon compleanno, maestra!

I piccoli arrosti

I brodetti di pesce

Il quinto quarto

Le uova e altre ricette improvvisate

Gli arrosti di pesce

Le salsicce