mercoledì 30 marzo 2011

Frittelle ubaldine

Per il momento questa è l’ultima ricetta di frittelle! Tratta dal frammento di cucina del manoscritto di Bologna la ricetta delle frittelle ubaldine contiene tre varianti, io ho scelto la terza e l’ho realizata con della cipolla rossa e della menta secca (quella fresca non l’avevo a disposizione) il risultato è stato davvero piacevole, potrebbe essere uno sfizioso antipasto!


ingredienti
 15 g di lievito di birra
300 g di farina
5 cl di acqua tiepida
1 tuorli + 1 uovo
1 bustina di zafferano
1 cipolla tritata
nepitella e altre erbe aromatiche a piacere
sale
1 cucchiaio di zucchero
olio d’oliva per friggere


Preparazione
 Stemperare il lievito in 10 cl di acqua tiepida dove sui è sciolto lo zafferano e farlo gonfiare per una decina di minuti. Incorporarvi la farina e le uova lasciare riposare e lievitare per circa un’ora e mezza. Trascorso questo tempo aggiungere all’impasto la cipolla tritata, le erbe aromatiche lo zucchero e un pizzico di sale.  Formare con l’impasto delle palline non troppo grandi e lasciare riposare e lievitare per un’altra ora, la pasta deve raddoppiare di volume (ovviamente i tempi di lievitazione possono variare a seconda della temperatura e dell’umidità). Scaldare l’olio e friggere l’impasto. Sgocciolarle, disporle su un piatto di servizio e servire ben calde.

1 commento:

  1. Trovo interessante questa ricetta medioevale che vorrei riproporre, ad una cena, tra amici, attualmente.

    RispondiElimina