sabato 24 marzo 2012

Le frittelle di Carnevale!

Non voglio affermare che si cucinassero frittelle per carnevale!!!!! Non l'ho letto da  nessuna parte, non ho trovato documenti che lo affermassero o dipinti o saggi in merito!!!!!! Ma al corso di cucina medievale, per festeggiare il carnevale, abbiamo cucinato frittelle anche quest'anno! Però un appuntino sul carnevale lo voglio mettere: il Carnevale, come il Capodanno e il Calendimaggio, era una festa molto sentita nel medioevo. Una festa che riuniva in sé tradizioni precristiane e riti cattolici,  celebrava la gioia collettiva ma anche la sfrenatezza e l'irregolarità. Un momento di sfogo in una società rigida come quella del Medioevo, un giorno in cui si poteva essere "diversi" da sé, un po' folli...... E poi una festa gastronomica in cui si salutava la carne per tutto il lungo periodo quaresimale. Non voglio fare una lezione sul carnevale ( ce ne sono già e migliori di quanto potrei fare io) ma vi voglio lasciare con un'immagine di Bruegel il Vecchio che, secondo me, rappresenta bene il senso di questa festa: 



e adesso ecco le nostre ricette! Ne abbiamo realizzate quattro: due tipi di Frittelle Ubaldine e due tipi di Krapfen. La ricetta delle frittelle Ubaldine  è tratta dal Frammento di cucina bolognese, le avevamo cucinate anche l'anno scorso nella versione salata e le ho riproposte con una modifica, a mio avviso, sostanziale: ho usato la pasta madre! Piacevole il risultato.... però non perfetto. Anche perché la povera pasta lievitata ha dovuto sopportare un viaggio in auto e temperature non proprio ideali..... Un piccolo appunto riguardo a queste frittelle: nella loro realizzazione io ho preso spunto dalle attuali ricette delle zeppole napoletane, quelle che si fanno con la pasta lievitata e l'acciuga o neutre e poi servite con il miele fuso sopra....una similarità con la nostra ricetta che mi ha davvero colpito!
Ma ecco la ricetta:

Frittelle ubaldine salate:



Ingredienti
100 g di pasta madre
200 g di farina 00
200 g  di acqua tiepida
1 bustina di zafferano
1 cipolla tritata
nepitella e altre erbe aromatiche a piacere
6 g di sale
1 cucchiaino di zucchero
olio d’oliva per friggere


Preparazione
Diluire la pasta madre con l'acqua tiepida dove si è sciolto lo zafferano e lo zucchero. Incorporarvi la farina, la cipolla tritata, le erbe aromatiche e il sale. Lavorare il composto nella ciotola fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea. Coprire con la pellicola alimentare e lasciare lievitare fino al raddoppio. Una volta che la pasta è lievitata scaldare l’olio e friggere l’impasto a cucchiaiate. Sgocciolare le frittelle, disporle su un piatto di servizio e servire ben calde spolverando a piacere di sale o di zucchero.


Nessun commento:

Posta un commento